Home / Uncategorized / Fare la pizza in casa: ecco la ricetta ideale!

Fare la pizza in casa: ecco la ricetta ideale!

Fare la pizza in casa, richiede solo tre ingredienti di base: farina, acqua e lievito.  Cosa li trasforma nella base di quella che forse è la preparazione più amata al mondo?

Non c’è angolo del pianeta che non abbia una pizzeria. In tutte le sue centinaia di variazioni, la pizza è amata in tutto il mondo.

L’ingrediente segreto

Le origini, non sono proprio certe come pensiamo ma non c’è dubbio. La pizza, la vera pizza come la intendiamo noi, nasce a Napoli. Ancora oggi quella dal bordo alto che potete gustare nelle pizzerie nascoste nei vicoletti della città partenopea, è unica ed irripetibile.

Sarà l’acqua ‘buona’, come dicono, sarà la qualità delle materie prime del condimento (in primis mozzarella e pomodoro), saranno i segreti della lavorazione che si tramandano di generazione in generazione. Molti però rispondono che il vero ingrediente speciale è l’amore per questo oro della loro cucina.

La preparazione della pizza è, in effetti un atto d’amore. Non si improvvisa, richiede tempo e dedizione, fin dalla scelta degli ingredienti. Un lievito dimenticato nel frigo da tempo, una passata con il pomodoro cinese acquistata distrattamente dal discount, una mozzarella gommosa e peggio ancora, una farina non adatta o di scarsa qualità, possono rovinare tutto.

Fare la pizza in casa: perché in alcuni casi  non riesce bene?

Tutto questo a maggior ragione se decidete di preparare la pizza in casa. E’ un atto d’amore dicevamo, perché quello che volete offrire ai vostri commensali, non è un disco di pasta dura (o al contrario gommosa) condita con gli ingredienti di base o la vostra fantasia, ma una pizza come quella della pizzeria, fragrante e con la mozzarella filante al punto giusto.

Magari c’è chi ci ha già provato e il risultato non è stato dei migliori. Magari è dipeso da una scelta non accurata degli ingredienti, magari da un forno che non riesce a raggiungere la temperatura elevata necessaria a una cottura croccante. O forse, non avete lavorato abbastanza energicamente l’impasto. O atteso il giusto tempo di lievitazione.

Magari è colpa della ricetta! Non ci avevate pensato vero? Eppure è proprio così. Le ricette si somigliano tutte ma sono poche quelle in circolazione che garantiscono davvero una riuscita perfetta.

La ricetta ideale

La ricetta ideale infatti, deve tener conto che ci si trova di fronte a una preparazione casalinga che non può disporre ovviamente di tutta una serie di elementi di base, primo fra tutti il forno a legna che sarebbe il massimo ma immaginiamo farebbe fatica a trovare posto nella vostra cucina.

Oltre a tenere conto di queste variabili, la ricetta ideale deve seguirvi passo passo e soprattutto prevenire gli errori che comunemente capita di compiere. Si tratta dei classici ‘truccchetti’ tramandati di generazione in generazione.

Pensiamo a un piatto tipico della cucina romana come la pasta cacio e pepe. Qui si tratta addirittura solo di condire la pasta con il pecorino romano grattugiato e il pepe tostato. Facile vero? E invece no. Mangiare una ‘cacio e pepe’ come Dio comanda non è per nulla frequente. Ci sono infatti una serie di ‘segreti’ e accorgimenti da usare, tramandati dalle bisnonne romane.

Lo stesso vale per la pizza. Affinché la farina, il lievito e l’acqua si trasformino in una sorta di opera d’arte ci vogliono ingredienti di qualità e la ricetta giusta.

Noi l’abbiamo trovata sul sito www.sagicot.it/come-fare-la-pizza/ (un sito che si occupa di cucina, benessere e bellezza) e possiamo assicurarvi che se seguirete tutti i suggerimenti in sequenza potrete portare a tavola una pizza fragrante come quella della pizzeria.

La differenza potete notarla già dalla lista degli ingredienti, con un’aggiunta che garantisce la morbidezza dell’impasto. Che aspettate, provate per credere!

About Gianni

Check Also

corso online aggiornamento RSSP cfp 40 ore

Corso online aggiornamento RSSP cfp, cosa c’è da sapere

La necessità di aggiornarsi in tema di sicurezza sul lavoro Il problema della sicurezza sul …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *